Come vorresti L'Alfa Romeo?

Per parlare di tutto quello che racchiude a 360° il mondo Alfa Romeo!

Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda SpIdErDuX » 04/09/2010, 15:35

Visto che nel topic circa la (presunta) notizia di acquisizione da parte di vw del marchio alfa romeo si va spesso OT per divergenze sulla gestione del marchio, ho pensato di aprire questo topic per fare un pò di fanta-management.
come vorremmo che l'Alfa romeo uscisse da questa empasse?
Immagine
Immagine
La mia prima Alfa Romeo a 2 anni. Un'Alfa Romeo 8C 2300 Spider (1932).
Ovviamente era in scala 1:18! Immagine
SpIdErDuX
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 27/02/2010, 15:47
Località: Catania
Auto posseduta: Alfa Romeo GT 1.9 MJet Distinctive 2004
Socio N°: 54

  • Condividi questa discussione sul tuo Social Network preferito
  • Aiuta ad aumentare la popolarità del Sicily Alfa Club - il forum dedicato alle Alfa Romeo in Sicilia condividendo la pagina! GRUPPO FACEBOOK SICILY ALFA CLUB Condividi su Facebook

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ispanico156 » 04/09/2010, 15:42

semplicemente investendo e facendo in modo di avere una sfilza di auto pronta a soddisfare anche la clientela più esigente. La mito ok, la giulietta ok, la 159 ok....ma non bastano, bisogna puntare anche su spider/coupè sia di fascia media (tipo z4 per intenderci) che di fascia più alta (tipo z8) naturalmente abbinate al fascino estetico e ad una meccanica adeguata. di ogni auto dovrebbero fare la versione TOP, Q.V., T.I., GTA

P.S. complimenti per l'idea del topic, mi piace :clap:
Immagine
Immagine
ispanico156
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 562
Iscritto il: 30/05/2010, 9:29
Città: Palermo
Sesso: Maschio
Auto posseduta: alfa 156
Motorizzazione: 1.9 jtd
Allestimento: distinctive
Moto: Honda CB750k (1980)
Socio N°: 57

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 04/09/2010, 16:00

Sono daccordo sul discorso QV T.I. e GTA, inoltre vorrei che cambiassero il modo di presentarla al pubblico, enfatizzando le differenze tra le cugine fiat, non tanto a livello progettuale che gia ci sono, ma a livello di immagine, ancora la gente parla di bravo ricarrozzata riferendosi alla giulietta, che ha un pianale preticamente nuovo, non ci scoppa niente proprio. Inoltre ci vuole obbligatoriamente un ritorno alle corse anche se sono cosciente del fatto che sia molto costoso, se pensano di correre con la bravo nel wtcc credo che sia una cosa di nessuna utilita' chi vuole una segmento C sportiva all'interno del gruppo punta alla giulietta, chi punta a un'auto semplice e affidabile punta alla bravo, non capisco che giovamento si possa avere da un'immagine sportiva attribuita alla bravo. Stessa cosa per la punto abarth anche se li la sportivita' si attribuisce al marchio abarth che effettivamente ne giova, quindi li non saprei che fare, al massimo fare correre sia abarth che alfa una nei rally e una nelle strade ad esempio. Inoltre ci vorrebbe un miglioramento dell'assistenza, a un ragazzo la mito ha preso a fuoco spontaneamente in coda e la fiat ha proposto di risarcire il valore dell'auto al momento dell'incidente e far aggiungere qualche 3-5000 euro per l'acquisto di una nuova mito uguale alla precedente, questa e' una cosa che ritengo scandalosa, per quei 3000 euro hanno fatto scontento un cliente che probabilmente non comprera' piu quell'auto e spargera' la notizia (cosa che ha fatto in varie riviste) causando un danno all'immagine assurdo. Io personalmente avrei regalato una mito a scelta nella configurazione che piu piaceva al cliente, per non dire una qualsiasi alfa (8C esclusa) e l'avrei chiamato personalmente per scusarmi se non farli salire a balocco per provare la 8C o un modello a sua scelta. Cosi l'avrebbero fatto contento lui avrebbe magari pubblicando ugualmente l'articolo ma elogiando la casa e chissa quanta gente leggendo quell'articolo sarebbe stata invogliata a comprare un'alfa, invece per risparmiare quei 3000 euro e' stata fata una figura di m***a e chiss quanta gente appena ha letto la notizia si e' promessa di non comprare un'auto del gruppo fiat, in poche parole per risparmiare 3000 euro se ne sono perse centinaia. Come ingegneri sono al top ma quando si parla di fare soldi il gruppo non ci sa proprio fare, a livello di managment siamo terra terra.
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 04/09/2010, 22:31

No... per carità... pietà!! Almeno da questo topic è meglio che mi tenga a debita distanza, se no finisce che qualunque cosa dico scoppia di nuovo il putiferio e poi diventa (come sempre!) colpa mia. Ergo, scappo a gambe levate... Tanto le idee non vi mancano di certo.
Bye!
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda SpIdErDuX » 05/09/2010, 10:12

veramente l'intento di questo topic è quello di dire ognuno la nostra. l'ho chiamata fanta-management perchè, per quanto mi riguarda, date le mie conoscenze, sarebbe come fare il fantacalcio... :D sono un ciuco!
magari tu, dario, e molti altri avreste delle idee con basi più solide.
io di tecnica ne capisco pochino. giusto quello che riesco ad apprendere quando vado dal meccanico, dal gommista, dall'elettrauto, etc. etc. per fare la manutenzione all'Alfa. tu, dario, a mio modo di vedere le cose, sei una specie di guru! =D manco sto ad elencarli gli interventi che hai fatto, spiegandoci in maniera eccellente, rapporti di compressione, e tanto altro che ora onestamente non ricordo (meno male che è tutto scritto, così me li vado a rileggere! :oops: ).
quindi penso che la tua visione è molto importante per noi.
ora, per quanto mi riguarda, è doveroso che faccia il mio intervento da fanta-manager... aspettate che mi metto il pullover allacciato sulle spalle.. gli occhiali cel'ho...
allora.. prendendo come base l'attuale piano industriale, quanto meno ci dobbiamo mettere, come hanno detto gli esiimi colleghi, una versione sportiva per ogni modello... tipo T.I. o Q.V... per quanto riguarda la GTA, ha senso solo per il modello che riprenderà la via delle corse. tipo GIULIA GTA, dopo averla fatta correre tipo nel wtcc. escluderei i rally, lasciandoli alla abarth. sarebbe bello costruire un prototipo per corse tipo la 24 ore di Le Mans.
Capitolo SUV. questa settimna sono stato in ferie, e non so quante bmw x6 ho contato :???: 120 mila euro di macchina! un appartamento con le ruote! e tutte nel comprensorio delle aci (e poi dicono che sono senza soldi! mah!). e poi è un proliferare di kuga, q5, touareg, tiguan, suzuki, nissan, e quant'altro. quindi il segmento effettivamente si muove, come ha sottolineato dario nel'altro topic http://sicilyalfaclub.altervista.org/phpbb/viewtopic.php?f=13&t=1343&start=100. quindi, anke se un suv non mi richiama certo sportività, come diceva dario, bisogna inserirsi in quei segmenti che fanno fatturato.
visto che i pianali sono come le cucine, componibili, perchè chiedere il pianale della mx-5 per fare la spider?, facciamo un bel pianale snello e corto per la spider! nel frattempo farei una versione della giulietta spider.
ci vuole sicuramente una coupè derivata dalle corse, che esprima il suo DNA sportivo. che però non abbia molto a che fare con la giulia, altrimenti sarebbe come la gt con 147/156.. una macchina nuova. per metterci in antitesi con bmw che fa la serie 3 declinata in tutte le salse...
e poi un'ammiraglia sportiva.. una coupè quattro porte tanto sportiva quantoconfortevole a bordo con molta attenzione alla cura dei particolari. non credo che si debba andare oltre con i segmenti, perchè penso siano molto di nicchia... magari in un secondo tempo.
non mi esprimo sulla TP. non avendo maiguidato una vettura a trazione posteriore, non ho idea di quali emozioni e difficoltà questa comporti.
Immagine
Immagine
La mia prima Alfa Romeo a 2 anni. Un'Alfa Romeo 8C 2300 Spider (1932).
Ovviamente era in scala 1:18! Immagine
SpIdErDuX
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 27/02/2010, 15:47
Località: Catania
Auto posseduta: Alfa Romeo GT 1.9 MJet Distinctive 2004
Socio N°: 54

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 05/09/2010, 11:13

Come mi piacerebbe vedere l'Alfa diciamo da qui a 5-6 anni...

Innanzitutto una seconda generazione di Mito, questa volta anche a 5 porte, con in più una variante coupé-cabriolet. Motorizzazioni benzina tutte Multiair (aspirate e turbo), con il bicilindrico TwinAir al posto del Fire 78cv attuale; per le motorizzazioni a gasolio, vanno bene i JTDm attuali, sia 1300 che 1600, spostando però un po' verso l'alto i livelli di potenza... Diciamo fino a 135-140 cv. L'unica modifica tecnica che apporterei sarebbe l'adozione delle ruote indipendenti al retrotreno.

Poi una Giulietta (e, dopo, la sua erede) con un offerta di motori arricchita: oltre agli attuali, un 1.4 turbo Multiair da 140 cv, un 1750 tbi da 200 cv, un 1750 tbi da circa 280 cv, un 1.6 JTDm da 135-140 cv (lo stesso che vedrei bene anche sulla Mito), un 2.0 JTDm da 200 cv. Nessuna modifica tecnica sostanziale all'autotelaio: solo qualche affinamento qua e là. Aggiungerei, invece, una versione coupé a 3 porte e 4 posti, con padiglione leggermente ribassato e coda leggermente allungata in stile fastback. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

La Giulia. La farei un po' più corta della 159... Diciamo intorno a 455 cm, declinandola in versione berlina, sportwagon e - come anche nel caso della Giulietta - coupé a 3 porte e questa volta 5 posti. Come schema di autotelaio, l'unica modifica che farei sarebbe il montaggio dei McPherson all'avantreno. Quanto ai motori, tutti quelli che vedrei bene pure sulla Giulietta, con in più un V6 benzina da circa 310 cv e un JTDm V6 declinato in due livelli di potenza: uno sotto i 250 cv e uno sopra i 250 cv. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

Sopra la Giulia, sì, vedrei bene una berlinona (che chiamerei Alfetta) da circa 480 cm, solo in versione berlina. Come motori, il 1750 tbi declinato in quattro livelli di potenza (180-210-240-280 cv) e il nuovo V6 da oltre 300 cv; quanto ai diesel, un 2.0 da 200 cv e poi gli stessi V6 della Giulia. In linea di massima, stesso schema sospensivo della Giulia. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

Capitolo SUV: ne farei due, uno di classe media con gli stessi motori della Giulietta e uno di classe grande con gli stessi motori della Giulia. Trazione, integrale e - per le versioni meno potenti - anche anteriore.

Come coupé di classe Brera, nulla: basterebbero le versioni coupé a tre porte di Giulietta e Giulia. Farei invece una nuova spider (che chiamerei Duetto) con tetto metallico, di lunghezza intorno ai 430-435 cm, con gli stessi motori della Giulia. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4. Come stile, mi piacerebbe qualcosa ispirato alla 2ettottanta.

Aggiungerei, infine, un coupé costruito in serie (e non in edizione limitata!) con un solo motore a 8 cilindri declinato in due livelli di potenza: 400 e 500 cv. Esteticamente, però, la vorrei completamente diversa dalla 8C. Lo stile retrò mi ha decisamente stancato e preferirei che si esplorassero nuove strade stilistiche.

Tutto questo, ovviamente, non tiene conto di nulla se non dei miei desideri. Se poi riallaccio la spina e ricomincio a pensare, mi darei diversi livelli di priorità e di obiettivi. Ma questo non è l'obiettivo della discussione.


P.S.: Spiderdux, lasciamo perdere i guru e cose del genere. Qualcuno qui potrebbe pensare che io ci credo veramente: già non sto molto simpatico, evitiamo di complicare la situazione...
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Corryalfista » 05/09/2010, 12:09

ZeroAlfa ha scritto:Come mi piacerebbe vedere l'Alfa diciamo da qui a 5-6 anni...

Innanzitutto una seconda generazione di Mito, questa volta anche a 5 porte, con in più una variante coupé-cabriolet. Motorizzazioni benzina tutte Multiair (aspirate e turbo), con il bicilindrico TwinAir al posto del Fire 78cv attuale; per le motorizzazioni a gasolio, vanno bene i JTDm attuali, sia 1300 che 1600, spostando però un po' verso l'alto i livelli di potenza... Diciamo fino a 135-140 cv. L'unica modifica tecnica che apporterei sarebbe l'adozione delle ruote indipendenti al retrotreno.

Poi una Giulietta (e, dopo, la sua erede) con un offerta di motori arricchita: oltre agli attuali, un 1.4 turbo Multiair da 140 cv, un 1750 tbi da 200 cv, un 1750 tbi da circa 280 cv, un 1.6 JTDm da 135-140 cv (lo stesso che vedrei bene anche sulla Mito), un 2.0 JTDm da 200 cv. Nessuna modifica tecnica sostanziale all'autotelaio: solo qualche affinamento qua e là. Aggiungerei, invece, una versione coupé a 3 porte e 4 posti, con padiglione leggermente ribassato e coda leggermente allungata in stile fastback. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

La Giulia. La farei un po' più corta della 159... Diciamo intorno a 455 cm, declinandola in versione berlina, sportwagon e - come anche nel caso della Giulietta - coupé a 3 porte e questa volta 5 posti. Come schema di autotelaio, l'unica modifica che farei sarebbe il montaggio dei McPherson all'avantreno. Quanto ai motori, tutti quelli che vedrei bene pure sulla Giulietta, con in più un V6 benzina da circa 310 cv e un JTDm V6 declinato in due livelli di potenza: uno sotto i 250 cv e uno sopra i 250 cv. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

Sopra la Giulia, sì, vedrei bene una berlinona (che chiamerei Alfetta) da circa 480 cm, solo in versione berlina. Come motori, il 1750 tbi declinato in quattro livelli di potenza (180-210-240-280 cv) e il nuovo V6 da oltre 300 cv; quanto ai diesel, un 2.0 da 200 cv e poi gli stessi V6 della Giulia. In linea di massima, stesso schema sospensivo della Giulia. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4.

Capitolo SUV: ne farei due, uno di classe media con gli stessi motori della Giulietta e uno di classe grande con gli stessi motori della Giulia. Trazione, integrale e - per le versioni meno potenti - anche anteriore.

Come coupé di classe Brera, nulla: basterebbero le versioni coupé a tre porte di Giulietta e Giulia. Farei invece una nuova spider (che chiamerei Duetto) con tetto metallico, di lunghezza intorno ai 430-435 cm, con gli stessi motori della Giulia. Trazione: anteriore e, per le versioni più potenti, Q4. Come stile, mi piacerebbe qualcosa ispirato alla 2ettottanta.

Aggiungerei, infine, un coupé costruito in serie (e non in edizione limitata!) con un solo motore a 8 cilindri declinato in due livelli di potenza: 400 e 500 cv. Esteticamente, però, la vorrei completamente diversa dalla 8C. Lo stile retrò mi ha decisamente stancato e preferirei che si esplorassero nuove strade stilistiche.

Tutto questo, ovviamente, non tiene conto di nulla se non dei miei desideri. Se poi riallaccio la spina e ricomincio a pensare, mi darei diversi livelli di priorità e di obiettivi. Ma questo non è l'obiettivo della discussione.


P.S.: Spiderdux, lasciamo perdere i guru e cose del genere. Qualcuno qui potrebbe pensare che io ci credo veramente: già non sto molto simpatico, evitiamo di complicare la situazione...

A parte i suv che non li digerisco proprio, per il resto siamo cloni! :D :ya:

P.S.: facciamo parte dello stesso gruppo ma per favore, sempre paragoni no! :bleah:
Immagine
Immagine
Corryalfista
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1001
Iscritto il: 21/11/2008, 22:49
Località: Solarino (SR)
Auto posseduta: Alfa Romeo 159 1.9 JTDm 150cv Distinctive
Socio N°: 9

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda SpIdErDuX » 05/09/2010, 12:34

P.S.: Spiderdux, lasciamo perdere i guru e cose del genere. Qualcuno qui potrebbe pensare che io ci credo veramente: già non sto molto simpatico, evitiamo di complicare la situazione...


ho detto solo quello che IO penso :D l'ho detto prima: non sono una cima in materia automobilistica, mentre tu sei molto ferrato... come tanti altri nel club... tutto quì...
Immagine
Immagine
La mia prima Alfa Romeo a 2 anni. Un'Alfa Romeo 8C 2300 Spider (1932).
Ovviamente era in scala 1:18! Immagine
SpIdErDuX
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 27/02/2010, 15:47
Località: Catania
Auto posseduta: Alfa Romeo GT 1.9 MJet Distinctive 2004
Socio N°: 54

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 05/09/2010, 12:42

Ti ringrazio, un complimento fa sempre piacere. Sono solo un appassionato come tanti... Però, grazie!
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 06/09/2010, 11:14

Sono daccordissimo con zeroalfa, anche sui suv che nonostante non mi piacciano vendono. Inoltre nelle versioni coupe' e spider, adotterei la TP come optional in modo che l'acquirente possa scegliere tra TA TI e TP non tanto per scelte personali, ma perche molti che sono fissati e molti degi alfisti che se non e' TP non e' un'alfa, magari la comprerebbero in quella declinazione.
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda SpIdErDuX » 06/09/2010, 15:40

dimenticavo una cosa per me importantissima... il motore a idrogeno.... lo so che è come combattere con i mulini a vento, ma già che ci siamo di fantasia... magari cominciare dalle corse, piuttosto che dalla produzione... che ne dite?
Immagine
Immagine
La mia prima Alfa Romeo a 2 anni. Un'Alfa Romeo 8C 2300 Spider (1932).
Ovviamente era in scala 1:18! Immagine
SpIdErDuX
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 27/02/2010, 15:47
Località: Catania
Auto posseduta: Alfa Romeo GT 1.9 MJet Distinctive 2004
Socio N°: 54

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 06/09/2010, 16:55

Credo che un modello che vince nelle corse venda molto di piu anche come auto di serie, e soprattutto e' giusto per dare prestigio ai motori FPT a quanto so la FPT vince con motoscafi formula 3000 ecc... eppure tutti li snobbano
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 06/09/2010, 17:22

Se devo essere sincero, non credo alla realizzabilità concreta del motore a idrogeno. Cioè, tecnicamente è possibile ed esiste già, ma la sua produzione in serie e la sua diffusione sulle strade è praticamente impossibile per motivi sia tecnici che economici, tanto che pure quelle case (tipo bmw) che anni fa l'avevano sparata grossa facendosi grande la bocca sull'idrogeno, oggi hanno abbandonato i propri studi in tal senso. Non penso che, almeno per i prossimi 40-50 anni, faremo a meno dei motori tradizionali, magari ibridizzati ma comunque sostanzialmente tradizionali. Al di là di questo, io vedo solo trazione elettrica, ma limitatamente alla mobilità strettamente urbana: non penso che questo possa essere un mercato a vocazione alfista. Per queste cose, nel gruppo, ci sono altri marchi (Fiat in primis).
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 06/09/2010, 17:58

Eppure ragazzi io prevedo motori elettrici ovunque, e con un rendimento stratosferico, ricordate che gli elettroni non si fermano davanti a niente, e di sprechi di energia e attriti si farebbe un immenso balzo in avanti, parlo da semplice appassionato, ma credo proprio che dovremmo abituarci a sentire bzzzzzzzzzzzz. E li io apriro la porta del garae accendero il mio naftone e diro vedete come fuma ragazzi? sentite il dolce suono del gasolio che brucia e via di fumata nera. :yaho:
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 06/09/2010, 18:33

Ehm... se davvero tieni al tuo "naftone" mi sa che non ti conviene l'elettricità dappertutto: se vendere benzina e gasolio non è più remunerativo, mi sa che il gasolio te lo dovrai raffinare in casa!!

Battute a parte, secondo me quella delle auto elettriche è tutta una grande presa in giro. Nonostante non si parli d'altro, nel 2009 sono state vendute appena 2.000 auto elettriche in tutto il pianeta e la californiana Advanced Automotive Batteries che opera proprio in questo settore prevede che - forse - si arriverà, per il 2020 a sfiorare l'1% del mercato mondiale. Le speciali batterie (che non solo devono essere installate ma anche periodicamente sostituite e costosamente smaltite perché sono altamente inquinanati) hanno costi altissimi, per non parlare dei costi stratosferici per l'approntamento delle eventuali reti di ricarica e dell'adeguamento delle centrali di produzione dell'energia elettrica ai maggiori consumi. Senza dimenticare il fatto che tutta questa energia elettrica non solo non è a costo zero, ma bisogna anche in qualche modo produrla con metodi... tradizionali: combustibili fossili (e saremmo punto e a capo!) e atomici prima di tutto. No, secondo me è tutta una grande favola metropolitana: il motore a combustione interna ne dovrà macinare ancora di strada...
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 06/09/2010, 19:17

Non ci resta che attendere
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Esteta » 13/09/2010, 22:09

Discussione interessante! :clap: Essendo uno studente di Economia con il pallino per l'amministrazione :surprice: il fanta-management applicato all'Alfa Romeo mi sembra un gran bel gioco :?:

Ci penserò bene, perciò vi svelerò i miei piani a puntate :zip:

Come prima cosa, diffonderei la notizia di una scalata da parte di un grosso finanziere italiano che sarebbe disposto a non spodestare la famiglia Agnelli/Elkann in cambio del marchio Alfa Romeo e di tutte le attività ad esso connesse, nonchè di un contratto di fornitura/collaborazione agevolato con il gruppo torinese (con riferimento specifico agli studi della FPT - JTDm e tecnologia MultiAir in primis - e alle innovazioni tecniche di Ferrari e Maserati - dal carbonio ai cambi).

A questo punto vi chiederete perchè questa str :censored: zata di discorso?
La risposta è più semplice di quello che pensiate: chi ha perso la fiducia nelle gesta della gestione FIAT a causa di un'esperienza negativa (anche se isolata) o semplicemente perchè per partito preso non vuole avere nulla a che fare con i risultati delle TA made in Torino, magari deciderà di ricredersi sul marchio aresino e dargli un'altra chance.
Negli anni '70, anche chi non aveva nessun interesse in campo automobilistico, sapeva benissimo cosa significava il simbolo del Biscione in termini di passione ed efficienza industriale e perciò prima di andare nei concessionari delle concorrenti francesi e tedesche si faceva un giro a studiare pregi e difetti delle 105 e delle 116, e la maggior parte delle volte s'innamoravano pure! Oggi invece, conosco gente che sbava dietro ad una Golf da 300mila km che costa 15mila euro e snobba la 147 semi-nuova parcheggiata accanto!
Ultima modifica di Meg@M@rkus88 il 14/09/2010, 11:48, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: posto modificato in default
Esteta
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 09/12/2008, 19:05
Località: Padova
Auto posseduta: Alfa Romeo GTV 916 1.8 T.Spark 16v
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 13/09/2010, 22:14

Forse perche continua a sentirsi dire da "qualcuno" che tanto e' una fiat ricarrozzata e non vale la pena guardarla? :fifi:
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda tony-gt » 13/09/2010, 22:17

è anche vero che molti comprano una crukka perchè si sentono dire che poi mantiene il mercato e la possono rinvendere facilmente, mentre un'alfa non matiene il mercato, ma mi sa che poi andiamo ot :D
Immagine

Dfc Racing - The passion of chip tuning - Rimappatura centraline elettroniche
tony-gt
Avatar utente
Amministratore
Non connesso
 
Messaggi: 9005
Iscritto il: 14/11/2008, 19:32
Località: Palermo
Città: Palermo
Sesso: Maschio
Auto posseduta: Alfa Romeo GT
Motorizzazione: 1.9 jtdm
Allestimento: Disitinctive
il tuo garage: Alfa Romeo MiTo 1.4 cc multiair 135 cv cambio tct
Moto: Suzuki Gsx-R 600 k4
Socio N°: 2

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 13/09/2010, 23:09

Tony fidati il 90% del mercato lo fa l'immagine.
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Esteta » 14/09/2010, 10:15

Xenos ha scritto:Forse perche continua a sentirsi dire da "qualcuno" che tanto e' una fiat ricarrozzata e non vale la pena guardarla? :fifi:


No tranquillo è gente che conosce le auto solo per l'aspetto
poi sotto possono mettergli il telaio di una bicicletta e loro sono contenti uguali delle doti stradali della loro crucca :surprice:
Esteta
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 09/12/2008, 19:05
Località: Padova
Auto posseduta: Alfa Romeo GTV 916 1.8 T.Spark 16v
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Xenos » 14/09/2010, 18:19

Se si basassero solo sull'aspetto non capisco come possano prendere una golf. Secondo me e' per l'immagine di auto affidabile chesi e' fatta.
Xenos
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1974
Iscritto il: 30/12/2008, 22:11
Località: Belvedere (SR)
Auto posseduta: Alfa MiTo 1.6 JTDm 120cv
Socio N°: 10

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda SpIdErDuX » 14/09/2010, 18:27

sicuramente... c'è gente che anche se oggettivamente ha davanti una porcheria, dice che è bella perchè è golf..
Immagine
Immagine
La mia prima Alfa Romeo a 2 anni. Un'Alfa Romeo 8C 2300 Spider (1932).
Ovviamente era in scala 1:18! Immagine
SpIdErDuX
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1306
Iscritto il: 27/02/2010, 15:47
Località: Catania
Auto posseduta: Alfa Romeo GT 1.9 MJet Distinctive 2004
Socio N°: 54

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda ZeroAlfa » 14/09/2010, 20:38

Esteta ha scritto:Discussione interessante! :clap: Essendo uno studente di Economia con il pallino per l'amministrazione :surprice: il fanta-management applicato all'Alfa Romeo mi sembra un gran bel gioco :?:

Ci penserò bene, perciò vi svelerò i miei piani a puntate :zip:

Come prima cosa, diffonderei la notizia di una scalata da parte di un grosso finanziere italiano che sarebbe disposto a non spodestare la famiglia Agnelli/Elkann in cambio del marchio Alfa Romeo e di tutte le attività ad esso connesse, nonchè di un contratto di fornitura/collaborazione agevolato con il gruppo torinese (con riferimento specifico agli studi della FPT - JTDm e tecnologia MultiAir in primis - e alle innovazioni tecniche di Ferrari e Maserati - dal carbonio ai cambi).

A questo punto vi chiederete perchè questa str :censored: zata di discorso?
La risposta è più semplice di quello che pensiate: chi ha perso la fiducia nelle gesta della gestione FIAT a causa di un'esperienza negativa (anche se isolata) o semplicemente perchè per partito preso non vuole avere nulla a che fare con i risultati delle TA made in Torino, magari deciderà di ricredersi sul marchio aresino e dargli un'altra chance.
Negli anni '70, anche chi non aveva nessun interesse in campo automobilistico, sapeva benissimo cosa significava il simbolo del Biscione in termini di passione ed efficienza industriale e perciò prima di andare nei concessionari delle concorrenti francesi e tedesche si faceva un giro a studiare pregi e difetti delle 105 e delle 116, e la maggior parte delle volte s'innamoravano pure! Oggi invece, conosco gente che sbava dietro ad una Golf da 300mila km che costa 15mila euro e snobba la 147 semi-nuova parcheggiata accanto!


Personalmente credo che chi sogna che domattina l'Alfa se la compri la Volkswagen non si farebbe purtroppo impressionare da questo genere di operazioni, soprattutto alla luce che comunque la nuova gestione manterrebbe un qualche legame tecnico con il gruppo Fiat. Credo che il problema non stia tanto nella presenza o meno di un buon livello di efficienza industriale: negli anni '70, in realtà, l'Alfa Romeo faceva acqua da tutte le parti, sotto l'aspetto finanziario (era una macchina mangiasoldi e l'incubo di qualunque ministro del Tesoro), sotto quello della ricerca e dello sviluppo del prodotto (ci hanno rigirato la stessa pappa per vent'anni, cambiando sempre e solo qualche lamierato qua e là), sotto quello della efficienza gestionale degli impianti (che erano diventati più simili a dei grandi ammortizzatori sociali che a degli impianti produttivi), sotto quello sindacale (era una guerra mondiale continua, con picchi di scontro sociale altissimi a Pomigliano, ma pure Arese non stava messa bene), sotto quello commerciale (una rete di vendita e di assistenza molto spesso inadeguata e abituata a campare di rendita, tanto pagava pantalone...). Eppure l'Alfa vendeva. Paradossalmente, più vendeva e più perdeva (visto che, tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta, produrre un'Alfetta costava all'Alfa tre volte il suo prezzo di listino), però vendeva.

No, secondo me il problema unico e vero sta nel qualunquismo dilagante di certi cosiddetti alfisti e nella contemporanea incapacità della gestione degli ultimi dieci anni di sviluppare e diversificare la gamma dei prodotti: in questi ultimi dieci anni, si è un po' tornati a quello che accadde tra la metà degli anni Settanta e il 1986: viene lanciato un modello e poi viene fatto morire lentamente per mancanza di ossigeno, senza seguirlo, arricchirlo, svilupparlo. All'inizio degli anni Novanta si era iniziato un percorso virtuoso, ma non è durato più di dieci anni. Oggi siamo punto e a capo.
ZeroAlfa
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 1606
Iscritto il: 19/04/2009, 21:23
Città: xyz
Sesso: Maschio
Auto posseduta: xyz
Socio N°: 0

Re: Come vorresti L'Alfa Romeo?

Messaggio da leggereda Esteta » 14/09/2010, 22:45

Un attimo! :book: Dalle tue parole ho capito che pensi ancora che l'Alfa Romeo è morta a causa di una gestione irrazionale dell'IRI e dell'investimento senza fondo dell'INCA...perciò ti riporto l'intervista ad Enrico Sala (un ex-dirigente Alfa Romeo) che spero cancelli una volta per tutte i vari luoghi comuni che sono stati diffusi negli ultimi 40 anni: :falce:

«La morte dell' Alfa Romeo, il calvario di Arese, sono cominciati nel 1973». Non ha dubbi Enrico Sala, 75 anni, ex direttore commerciale dell' Alfa Romeo, in fabbrica dal ' 55 all' 80. Genero di Guseppe Luraghi (lui e Liliana Luraghi si sposarono nel ' 54) il mitico presidente della casa del biscione negli anni del miracolo economico, Sala è in grado di raccontare da vicino una storia che ha segnato il destino dell' azienda. Dottor Sala come mai l' Alfa sarebbe morta nel ' 73? Cosa accadde in quell' anno? «Tutto iniziò il 7 agosto. Luraghi era a Madonna di Campiglio quando mi raccontò di aver ricevuto una strana telefonata dalla Finmeccanica, il nostro azionista». Un' azionista pubblico, non è vero? «Sì, e come vedremo non si trattava di un dettaglio. A ogni modo la Finmeccanica disse a Luraghi che il Cipe aveva bocciato il nostro piano industriale che prevedeva 112 miliardi di investimenti ad Arese per il potenziamento della verniciatura. Luraghi mi disse: "è molto strano. Non riesco a capire il perché di questa cosa"». E poi scopriste cosa stava accadendo? «Altroché! Intanto quel "no" era la bocciatura dell' ampliamento di Arese: un errore grande così perché minava l' economicità dell' impianto. Ma in realtà si trattava semplicemente di un pretesto per affermare degli interessi politici. Come è raccontato nel libro di Rinaldo Gianola dedicato a Luraghi il siluro ad Arese arrivava da Ciriaco De Mita e Nino Gullotti, allora ministro delle Partecipazioni Statali». Cosa c' entra De Mita? «De Mita e Gullotti volevano che l' Alfa Romeo costruisse uno stabilimento nella zona di Avellino (la provincia di De Mita ndr) dove trasferire la produzione dell' Alfetta. Si trattava di una follia: spostare 70 mila vetture da Arese ad Avellino voleva dire perdere un mucchio soldi. E condannare la fabbrica milanese a lavorare in perdita». Non è che il Cipe voleva semplicemente evitare un buco nei bilanci del' Alfa? «Dal ' 61, l' anno in cui Giuseppe Luraghi arrivò alla presidenza dell' Alfa fino al ' 72 i bilanci furono sempre in attivo. E questo nonostante si facessero forti investimenti e robusti ammortamenti. Anche l' Alfasud di Pomigliano fu un successo. Nel ' 73 l' Alfa produceva 200 mila vetture, più della Bmw che ne produceva 182 mila». Ci furono altri segnali dei desideri dei politici? «Fu lo stesso Gullotti a dire a Luraghi che bisognava costruire un nuovo stabilimento in provincia di Avellino. Mentre il presidente dell' Iri Giuseppe Petrilli e i vertici della Finmeccanica cercavano di convincerlo a dirsi d' accordo con la costruzione della fabbrica in Irpinia. E poi a temporeggiare senza prendere impegni sui tempi del progetto». Perché Luraghi non accettò il compromesso? «Era convinto che in questo modo, come era già avvenuto per il centro siderurgico mai costruito di Gioia Tauro, si sarebbero create delle aspettative irrealizzabili nel Mezzogiorno». Come andò a finire? «Luraghi si rivolse a Fanfani spiegandogli le irragionevoli richieste dei politici che avrebbero portato l' Alfa alla rovina. Allora Fanfani prese il telefono e chiamò Gullotti davanti a Luraghi. Gullotti disse che tutto dipendeva dall' Iri di Petrilli che voleva costruire la fabbrica in Irpinia. Fanfani riattaccò e chiamò Petrilli che rispose addossando tutte le responsabilità su Gullotti... Fu uno squallido scaricabarili». Intanto nel novembre del 1973 si consumava la guerra del Kippur con la crisi energetica e le domeniche a piedi. «In quella situazione la fabbrica ad Avellino sarebbe stata una follia. Comunque a gennaio del '74 ci fu l' imboscata in consiglio di amministrazione: sette consiglieri fedeli alla Finmeccanica si dimisero a sorpresa estromettendo poi Luraghi dalla presidenza». Insomma, per lei Sala la morte dell' Alfa e lo smantellamento di Arese cominciano in quei giorni. Perché? «Insieme a Luraghi se ne andò quasi tutta la squadra: una ventina di dirigenti molto bravi e coesi che sarebbero stati sostituiti poco a poco da un nuovo management politicizzato, attento a non scontentare i partiti. Da allora l' Alfa Romeo cominciò a perdere sempre di più fino alla vendita alla Fiat». E poi si costruì anche lo stabilimento di Avellino, non è vero? «Si, ma venne costruito dopo un decennio per produrre l' Alfa Nissan. Fu un disastro: invece di 50 mila auto all' anno ne vennero fabbricate 23 mila. E dopo un paio d' anni la fabbrica venne chiusa. Per forza: la Nissan ci aveva dato la Cherry, una brutta auto che in Giappone non era più in produzione». E della vendita alla Fat cosa ne pensa? «Io ero favorevole alla Ford. Pensavo che in questo modo l' Alfa Romeo sarebbe diventata il marchio sportivo della Ford e che in questo modo avremmo salvato Arese e le altre fabbriche. Luraghi, no, lui preferiva la Fiat». Perché? «Luraghi temeva che con la vendita alla Ford sarebbe successo quello che sta accadendo in questi giorni. E cioè la fine dell' industria automobilistica nazionale e l' arrivo degli stranieri. Se penso che la Fiat ha comprato l' Alfa nel 1987 per soli 1.050 miliardi a tasso zero pagati in cinque anni a partire dal 1992... è stato un regalo: ci pensa? Ai tassi di quegli anni».
Esteta
Avatar utente
Utente
Non connesso
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 09/12/2008, 19:05
Località: Padova
Auto posseduta: Alfa Romeo GTV 916 1.8 T.Spark 16v
Socio N°: 0

Prossimo

Torna a General Alfa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti